50 milioni di euro rubati nel 2006 dai conti bancari stranieri
Pubblicazione del 15/12/2006
Nel 2006 gli hacker russi hanno rubato circa 50 milioni di euro dai conti correnti di cittadini stranieri, mentre altri 15 milioni di euro costituiscono il guadagno netto di affaristi nel campo delle agenzie matrimoniali.

La notizia e' stata diffusa oggi dal vicedirettore della sezione russa per la lotta alla criminalita' internazionale presso l'Interpol, Vladimir Basov, il quale ha inoltre aggiunto che la somma resa nota di 50 milioni di euro non rappresenta altro cio' a cui e' stato possibile finora risalire.

"Si tratta di un determinato giro di persone che siamo riusciti ad identificare. Ad essere sinceri, le somme che giungono sui conti bancari degli hacker russi sono decisamente superiori alla cifra resa pubblica", ha dichiarato Basov. Secondo l'opinione di alcuni rappresentanti dell'Interpol, sara' indispensabile far ricorso a tutta una serie di provvedimenti al fine di combattere in maniera adeguata contro questo tipo di atti criminosi.

Uno dei principali provvedimenti in questione, secondo i rappresentanti dell'Interpol, consisterebbe nel privare della relativa licenza le banche attraverso le quali questi capitali vengono fatti girare.

it
Visitatori on line: Visitatori di oggi: Visitatori totali: