Ex sindacalista Alitalia: “Mille Miglia e carte di credito per spiare”
Pubblicazione del 24/03/2007
Sono affari solo di giganti della finanza e vip?

No, affari di tutti.

Per esempio anche di quelli che viaggiano per lavoro o turismo. Dall'arresto ieri di Antonio Vairello, ex sindacalista Alitalia indicato da Bernardini (detective privato per Telecom) come «fonte» e cassiere di uno dei due agenti Sisde dal quale era solito acquistare notizie del servizio segreto, affiora un delicato bacino di potenziali notizie compravendute in violazione della privacy.

«Vairello — svela Bernardini — mi procurava le schede Mille Miglia che indicavano i passaggi aerei in Alitalia delle persone da me investigate, e anche i passaggi aerei presso altre compagnie attraverso il sistema Galileo della Sigma Travel. Mi forniva altresì i numeri delle carte di credito nei casi in cui i biglietti venivano pagati con la carta, e anche i nomi che accompagnavano i miei soggetti di interesse».

E altra miniera di notizie stava invece negli « infopat:
intendo riferirmi — spiega Bernardini — ai controlli stradali delle pattuglie di polizia, i cui esiti non sempre vengono inseriti nella banca dati Sdi ma vengono convogliati presso la II divisione delle Questure, tra cui quella di Milano».
it
Visitatori on line: Visitatori di oggi: Visitatori totali: