INVESTIGATORI: Esito incontro al Senato:ebbene che tutti sappiano!
Pubblicazione del 15/12/2010

Il 13 Dicembre 2010 una delegazione del Conipi composta dal presidente, dal segretario ed altri soci, il presidente ed il segretario della Italdetectives, il presidente ed un socio della Federpol, sono stati ricevuti in Senato per promuovere il disegno di legge DDL 2314 che riguarda la categoria degli Investigatori Privati. Erano presenti il Senatore Bettamio ed il Senatore Giovanardi che si sono resi disponibili nonostante la delicata situazione politica.

 

Tutti i partecipanti hanno iniziato la discussione in un clima sereno e propositivo. Dopo oltre un'ora di confronto, giunti all'esame del comma 6 dell'art. 30 (comma relativo alla formazione professionale da noi inserito) la Federpol, nella figura del presidente Pellegrino, si è vista “costretta” ad informare i Senatori presenti, il Conipi e noi della Italdetectives che i NOTI decreti attuativi erano alla firma del Ministro dell'Interno Roberto Maroni, ovvero erano stati approvati dal Consiglio di Stato.

I Senatori Bettamio e Giovanardi sono fortemente sorpresi poiché non erano a conoscenza né dell'esistenza di tali decreti, né della loro imminente attuazione. Erano costernati per non essere stati preventivamente informati da alcuno, né dal Ministero dell'Interno, né, come sarebbe stato opportuno, dalla stessa Federpol. Non solo, ma il presidente della Federpol, pur avendo dato la propria adesione già dalla data del 25 Novembre u.s. all'incontro al Senato, con un Senatore della Repubblica, per un tavolo di lavoro comune sul DDL 2314, su espressa richiesta di delucidazioni da parte del Sen. Bettamio rispondeva di AVERE DIMENTICATO A CASA UNA COPIA DEI DECRETI!!! Inutile quindi continuare!


Vista l'attuale situazione politica Italiana, ci auguravamo di arrivare concretamente, già da questo incontro, ad una decisione comune per il bene della categoria.


La FEDERPOL, come al solito, arrogandosi dei diritti come unica e sola associazione esistente, non solo non ha mai informato alcuno dell'iter di tali decreti, quantomeno il CONIPI, alla quale riconosciamo la piena paternità del DDL2314. La Federpol ha lavorato, ed a quanto pare, continua a farlo, in un voluto ed interessato silenzio, in stretto contatto con “personaggi” del Ministero dell'Interno, affinché tali decreti vengano varati quanto prima.



Si parla di quei famosi decreti...

Siamo allibiti ed al tempo stesso irritati per tutto questo e non possiamo lamentarci se poi gli investigatori vengono considerati “cialtroni ed ignoranti” dato il contesto dell'incontro (Senato della Repubblica).

Lasciamo a Voi tutte le deduzioni del caso allegando di seguito i documenti di cui si parla per una Vs. valutazione in merito.

In ultimo, e non ultimo, la Federpol indice anche delle sessioni per spiegare quel capolavoro dei decreti attuativi. Non capiremo mai come spiegherà a chi ha da poco la licenza , o peggio ai singoli investigatori, non organizzati come una S.P.A., che dovranno frequentare chissà quanti CORSI di aggiornamento, che dovranno PAGARE cauzioni, o peggio polizze assicurative, per mantenere in vita una licenza che non dà alcun diritto.

Non dimentichiamo di riportare le parole proferite dallo stesso Pellegrino in Senato: "...bisogna fare pulizia …. non certo tocca noi, investigatori di vecchia data!"

Un doveroso ringraziamento ai Senatori Giampaolo Bettamio e Carlo Giovanardi, per l'interessamento e l'impegno profuso fino ad oggi, al fine di varare una legge utile a TUTTI GLI INVESTIGATORI e non solo a pochi eletti.....



it
Visitatori on line: Visitatori di oggi: Visitatori totali: